05 luglio 2012

Fossette golose


Buongiorno a tutti! Rieccomi qua e scusatemi ancora per la mia presenza a "spizzichi e  bocconi" (visto che simo in tema di cucina!!!)sia nel mio che nei vostri blog.
Vi propongo una ricetta che ho scoperto in giro per la rete ormai qualche annetto fa, ma avendola in archivio ormai da tempo, non ricordo più di chi fosse la maternità (o paternità). Prima di tutto mi piace tantissimo il nome "fossette" che mi evoca tenerezza e dolcezza. Effettivamente sono dei biscottini molto golosi, facili e veloci da realizzare che ben si prestano a buffet di vario tipo. Inoltre sono abbastanza versatili perchè ci si può sbizzarrire nel ripieno. Qui, infatti, vi presento due versioni: una con la faricitura al cioccolato fondente e l'altro con il cioccolato bianco.

Ingredienti (per circa 20 biscotti bianchi con farcitura al cioccolato fondente):
 - per le fossette:
150 gr di farina 00,
50 gr di fecola di patate,
125 gr di burro,
70 gr di zucchero + altro per la decorazione,
1 uovo,
1 cucchiaino di lievito per dolci,
un pizzico di sale,
  -per il ripieno:
50 gr di cioccolato fondente,
qualche cuccchiaio di panna da montare.


Preparazione:
Per prima cosa formare una frolla: io ho inserito tutti gli ingredienti nel Bimby e impastato per 1 minuto a velocità Spiga, voi utilizzate il metodo che preferite. Dopodichè avvolgete l'impasto nella pellicola e fate riposare in frigorifero per una mezz'oretta.
Ora formate tante palline (di circa 20 gr) prelevando dei pezzetti d'impasto, passatele nello zucchero, appoggiatele sulla placca da forno schiaccinadole con l'indice al centro, im modo che si formi proprio una fossetta.
Fate cuocere in forno caldo a 180° per circa 12-15 minuti. 


Appena le togliete dal forno schiacciatele nuovamente al centro perchè la fossetta si sarà leggermente gonfiata; bruceranno un po', ma si fa in un attimo.
Mentre si raffreddano sciogliete il cioccolato fondente nel microonde o a bagnomaria e aggiungete la panna, poco alla volta e mescolando in continuazione. Quando avrete ottenuto una crema liscia ma bella densa, potete procedere a riempire le fossette, fate solidificare e...gustate!!! 


 



Con lo stesso procedimento le ho realizzate a colori invertiti: basta aggiungere 50 gr di cacao amaro alla frolla, riducendo la fecola a 30 gr e sostituendo il cioccolato fondente della farcitura con quello bianco.







Divertendomi a giocare su contrasto bianco-nero dei biscotti non potevo non scegliere questo meraviglioso sandalo di Diego Dolcini. Questo stilista mi piace sempre di più e ha addirittura creato un'intera linea basata sull'abbinamento tra argento e nero. Questa calzatura, secondo me, è una delle più belle e scenografiche della linea: resa esageratamente alta dal tacco e dal plateau, avvolge il piede con pochi laccetti in diverse tonalità metallizzate che spaziano dal nero all'argento più chiaro; il grande tocco di classe però sono le pime all'altezza della caviglia, un dettaglio che molti stilisti hanno deciso di inserire nelle loro creazioni.

06 maggio 2012

Strudel alle fragole


Innanzitutto devo scusarmi per la latitanza dal mio e vostro blog, è un periodo un po' frenetico... Ho voluto però pubblicare questa ricetta golosa prima che finisca la stagione delle fragole, perchè vi consiglio assolutamente di provarlo. Ho un debole per questo frutto dal colore intenso che arrichisce di gusto e tonalità qualsiasi piatto e ho un debole anche per il classico strudel di mele. Così quando ho visto la ricetta su "Sale&Pepe" non ho potuto resistere! Ecco la mia versione!

Ingredienti:
-per la pasta:
200 gr di farina 00,
30 gr di olio d'oliva,
30 gr di zucchero,
1 bustina di vanillina,
qualche cucchiaio d'acqua tiepida;

-per il ripieno:
500 gr di fragole,
250 gr di ricotta,
30 gr di farina di mandorle,
30 gr di zucchero a velo,
20 gr di zucchero,
mezzo lime.

Preprazione:
per prima cosa preparate l'impasto inserendo tutti gli ingredienti nel boccale del Bimby (o nell'impastatrice)e impastando per un minuto circa; aggiungete un paio di cucchiai d'acqua tiepida finchè l'impasto non risulterà compatto. Avvolgete nella pellicola e fate riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.
Nel frattempo lavate e tagliate le fragole, irroratele con il succo di lime e lo zucchero, poi lasciate riposare.
Con le fruste elettriche montate velocemente la ricotta con lo zucchero a velo.
Trascorso il tempo necessario stendete la pasta formando un rettangolo di circa 1 cm di spessore, spolverate con la farina di mandorle, spalmate il composto di ricotta, ricoprite con le fragole e richiudete il rettangolo sigillando le estremità. Bucherellate leggermente lo strudel e cuocete in forno caldo a 180° per circa 30 minuti.
Lasciate raffreddare, spolverate di zucchero a velo e servite!

Color rosso fragola e texture vellutata... ecco le somiglianze tra il goloso strudel e questo vertiginoso paio di sandali di Cesare Paciotti. La brillantezza del rosso è smorzata da inserti rosa, in analogia al ripieno cremoso di ricotta, che proseguono anche sul tacco creando eleganti giochi di intrecci. Il plateau di 5 centimetri aiuta a smorzare l'altezza vertiginosa del tacco a spillo.




29 aprile 2012

Lasagne veloci zucchine e speck

Ospiti all'ultimo minuto? Poca voglia di mettersi ai fornelli ma desiderio di mangiare qualcosa di sfizioso? Allora questa ricetta fa per voi: minimo sforzo per un piatto gustoso e fresco! L'unica cosa da scaldare, oltre alla lasagna stessa, è la besciamella!

Ingredienti:
una confezione di pasta fresca per lasagne,
3 zucchine,
100 gr di speck,
50 gr di parmigiano reggiano, 
basilico,
besciamella ( 500 gr di latte, 50 gr di farina, 20 gr di burro).

Preprazione:
per prima cosa preparate la besciamella; successivamente tritate le zucchine con il basilico e un pizzico di sale in un mixer da cucinae tagliate lo spec a listarelle.
Ora potete passare alla composzione della lasagna: mettete uno strato di sfoglia, ricoprite con la besciamella, le zucchine tritate, qualche listarella di speck e una spolverata di parmigiano reggiano; poreseguite fino ad esaurimento degli ingredienti.
Cuocete in forno caldo a 180° per 30 minuti circa.


Calzatura molto "fresca" realizzata da Dsquared in cui le decorazioni sulla tomaia in stoffa sono realizzate a mano e richiamano gli ingredienti della lasagna sia nelle forme che nei colori: le lingue rosse e rosa evocano le listarelle di speck, le foglie verdi sulla punta le zucchine, mentre la base beige il candore della besciamella.

15 aprile 2012

Arrosto gustoso


Finalmente un secondo diverso da solito! Ho trovato la ricetta tra un plico ormai datato che mi aveva dato una presentatrice Bimby e, avendo l'elettorodmestico impegnato,  ho apportato qualche modifica per farlo in pentola! Tra queste vi è l'uso del burro di cacao, che non conoscevo ma che mi ha incuriosito moltissimo per il suo aspetto e le sue propietà (tra cui l'assenza di colesterolo e un elevato punto di fumo), ideale per rosolare le carni in quanto crea una golosa crosticina dorata!

Ingredienti:
700 gr di lonza di maiale,
100 gr di pseck,
20 gr di funghi secchi,
1 litro circa di latte,
uno scalogno,
un quadretto di burro di cacao Venchi,
sale.

Preparazione:
fate sciogliere il burro di cacao in una casseruola e adagiatevi la lonza di maiale, avendo cura di sigillarla su tutti i lati. Nel frattempo tritate lo speck, lo scalogno e i funghi precedentemente ammollati e aggiungeteli all'arrosto, bagnate con circa mezzo litro di latte e fate cuocere a fuoco basso per più di un'ora. Durante la cottura controllate la carne e, se necessario, aggiungete altro latte; aggiustate di sale, fate raffreddare e tagliate a fettine.
Intanto passate al mixer il sughetto che si è formato, ripassate le fettine di arrosto per qualche minuto nella padella e servite.

 L'effeto tela reso sulla tomaia di questo deocltè di Charlotte Olympia richiama la texture del sughetto d'accompagnamento dell'arrosto. La somiglianza è resa anche dalle delicate tonalità, mentre il plateau in metallo dorato - oltre a regalare un paio di centimetri senza mal di piedi - impreziosisce la calzatura.

08 aprile 2012

Biscottini pasquali

Per augurarvi una dolcissima Pasqua vi propongo dei biscottini veloci e gustosi!

Avendo a disposizione delle bellissime formine in silicone della Silikonmart ne ho voluto approfittare e creare dei golosi biscotti a tema! La ricetta è presa dal libretto allegato, ma ho apportato alcune modifiche nella quantità degli ingredienti e nell'esecuzione.

Ingredienti:
180 gr di farina 00,
150 gr di burro,
100 gr di zucchero a velo,
80 gr di mandorle,
1 uovo grande.

Preparazione:
per prima cosa tritate le mandorle fino a ridurle in farina. Mettete il burro, l'uovo e lo zucchero nell'impastatrice e amalgamate, aggiungendo a cucchiaiate le farine. Impastate finchè non si formerà una frolla compatta e lasciatela riposare in frigorifero per un'oretta. 
Trascorso il tempo necessario riempite gli stampini e cuocete in forno caldo a 180° per circa 15 minuti.
Una volta raffreddati toglieteli dagli stampi e decorate a piacere: io ho usato zucchero a velo trasformato in glassa grazie ai coloranti alimentari liquidi.

Questo sandalo vertiginoso di Dsquared ben si abbina al tema pasquale. Infatti se, tra i diversi simboli di questa festa, ci sono morbidissimi pulcini nella calzatura le piume di struzzo fanno da padrone. Le tonalità del plateau e dei laccetti richiamano diverse uova: il rosa tenue quelle di gallina, il nero quelle di cioccolato! Infine gli inserti a zig-zag danno proprio l'idea di un guscio rotto.

01 aprile 2012

"Lecca-lecca" segnaposto


Oggi vi propongo un'idea originale per creare un allegro centro tavola o dei segnaposti per la tavola di Pasqua ( o di qualsiasi altra occasione!). Approfittando di questi meravigliosi stampi "Easy pop" e seguendo la ricetta sul libro delle istruzioni ecco cosa ne è uscito!!! Ricetta velocissima e d'impatto scenico!

Ingredienti (per 4 stelline):
200 gr di zucchero,
50 gr di panna fresca, 
20 gr di miele.


Preparazione:
mettete tutti gli ingredienti in un pentolino e cuocete a fiamma bassa. Quando inizia a sobbollire prendetene una goccia e fatela cadere in un contenitore con acqua fredda, se si rapprenderà allora il caramello è pronto!
A questo punto potete decorare come preferite: se lo versate puro negli stampini otterrete le stelline più chiare, altrimenti potete aggiungere una goccia di colorante (vi consiglio in gel, altrimenti il caramello non solidifcherà), o stendere sulla base degli stampini delle palline di zucchero colorate!


 Queste decoltè di Christian Loboutin assomigliano moltissimo al lecca-lecca con le palline di zucchero, sia nei colori vivaci che nella texture. Lo stilista ha fatto proseguire la decorazione anche lungo tutto il tacco, creando un effetto molto raffinato.

25 marzo 2012

Semifreddo ai tre cioccolati


In previsione dell'arrivo di un'ingente quantità di uova e cioccolatini vari nelle vostre case vi propongo una ricetta stragolosa che manderà in tilt gli amanti del cioccolato più sfegatati. E se delle uova pasquali non rimarrà comunque traccia, provatela lo stesso!
 Ho assaggiato questo dolce in un noto ristorante e ho cercato, dopo vari tentativi, di riprodurlo. Non so come sia la ricetta originale, ma la somiglianza si nota. Inoltre, avendo a disposizone gli stampini in silicone e delle splendide formine per mini gelati, ho scatenato la fantasia!

  Ingredienti (per 8 porzioni)
 - 1° strato:
90 gr di latte,
120 gr di panna fresca,
-2°strato:
90 gr di latte,
120 gr di panna fresca,
 -3°strato:
90 gr di latte,
120 gr di panna fresca;

cioccolato fondente e Chococaviar per decorare.


Preparazione
Per prima cosa sciogliete i tre tipi di cioccolato separatemente e montate la panna tutta insieme.
A questo punto potete passare alla composizione del dolce: aggiungete a filo il latte (90 gr a volta) nel cioccolato fondente, al latte e bianco mescolando per bene finchè non diventa un composto lucido e ben amalgamato. Successivamente incorporate la panna (120 gr per ogni cioccolato) mescolando delicatamente dall'alto verso il basso. 
Ora è il momento della composizione, dove ci vuole più pazienza. Io ho usato gli stampini monoporzione e le formine in silicone Easy Cream Mini. Versate un paio di cucchiaiate del composto fondente in ogni stampo e riponete in freezer finchè non si solidifica leggermente; ora potete ripetere la stessa operazione prima per il cioccolato al latte e infine per quello bianco. 
Se volete ricoprire di cioccolato come ho fatto nei mini gelati stecco, una volta che il composto si sarà indurito, sformatelo e ricopritelo con cioccolato fondente fuso e passate immediatamente nella granella di cioccolato; riponete nuovamente in congelatore.
Togliete dal freezer almeno mezzora prima di servire.


Come ormai si sarà capito ho un debole per Diego Dolcini e quindi, avendo la stessa debolezza per il cioccolato, già sarebbe spiegato l'abbinamento! In realtà però ci sono anche altre motivazioni. Infatti, questo sandalo-scultura richiama i tre colori del semifreddo: la striscia bianca, in assonanza con l'omonimo cioccolato, si intreccia con quella beige, tonalità di quello al latte, per unirsi con gli inserti neri che richiamano il cioccolato fondente. Ad impreziosire il tutto vi è il laccio alla caviglia in cui i tre strati cromatici sono ancora più evidenti.

21 marzo 2012

Blueberry cake in a jar



"Cake in a jar", l'ultima tendenza dei foodblogs!!! Ormai è sempre più dilagante la moda di serivre tutto ciò che può venire in mente, e quindi non solo cake e affini, in barattoli. Ma come resistere? Una piccola torta presentata dentro un vasetto in vetro che ha allo stesso tempo un'aria rustica e invitante. Le versioni sono infinite, io mi sono limiatata a un semplice e goloso abbinamento tra mirtilli e cioccolato bianco!

Ingredienti:
200 gr di farina,
150 gr di lattte,
80 gr di zucchero,
60 gr di burro,
2 uova,
2 manciate di mirtilli,
un cucchiaino di lievito vanigliato.

Preparazione:
montate il burro con lo zucchero e, con le fruste in movimento, aggiungete un uovo alla volta. A parte tritate il cioccolato bianco, aggiungetelo alla farina e al lievito e incorporate tutti gli ingredienti secchi nel composto liquido, terminate mettendo delicatamente i mirtilli.
Riempite i barattoli di vetro e cuocete in forno: io ho usato la funzione ventilata a 185° combinata con il microonde a 160 w, se cucoete nel forno normale vi consiglio di adagiare i contenitori di vetro in un recipiente con qualche centimetro d'acqua.
Una volta raffreddato ho guarnito con altri mirtilli e il loro sciroppo.



Sandalo alto super chic realizzato da D&G. Gran parte del piede risulta essere ricoperta da eleganti intrecci in camoscio viola, in abbinamento ai mirtilli del dolce proprosto. Il richiamo a questi delicati frutti è presente, oltre al colore, nella forma dei luccinati inserti in pietre azzure e blu. Ad arricchire il tutto tocchi d'oro che compaiono nelle borchie, nei ricami e nella cerniera del tallone.


18 marzo 2012

Girelle di pasta brioche


Adoro gli impasti lievitati che crescono con il passare delle ore e che vanno curati con amorevole delicatezza e attenzione, ma.... Ma a causa della mia costante impazienza e frensia spesso rinuncio a queste preparazioni lunghe perchè finisco sempre per aspettare molto meno tempo di quello previsto dalla ricetta o di passare ogni minuto a controllare i progressi della lievitazione che ovviamente non sono visibili! Questa volta, però, ho voluto mettermi d'impegno e, invogliata dallo speciale di "Sale&Pepe", mi sono cimentata in queste girelle di pasta brioche la cui lavorazione e lievitazione non sono poi così lunghe! Il risultato mi ha ripagato dell'attesa!!! ;)

Ingredienti:
300 gr di farina Manitoba,
130 gr di burro,
70 gr di zucchero,
50 gr di latte,
15 gr di lievito di birra,
1 uovo,
mezza bustina di vanillina,
70 gr di cioccolato fondente alle nocciole Venchi,
50 gr di mandorle,
una manciata di uvetta sultanina.


Preprazione:
per prima cosa sciogliete il lievito di birra nel latte e aggiungete 120 gr di farina, poi lasciate lievitare per una mezzoretta. Trascorso il tempo necessario impastate prima la farina con l'uovo e man mano aggiungete il burro morbido a pezzetti, incorporate il lievitino e la vanillina, lavorando la pasta finchè non otterrete un impasto liscio.
Mettete l'impasto in una ciotola ricoperta di pellicola e lasciate risposare per un paio d'ore.
Successivamente tritate il cioccolato e le madorle; tirate la pasta brioche a rettangolo, cospargete con il trito di cioccolato e mandrole, aggiungete una manciata d'uvetta (ammorbidita prima nel rum) e arrotolate. Tagliate a fettine di circa 4 cm, adagiatele sulla carta da forno e lasciate lievitare per almeno un'altra ora.
Cuocete in forno caldo a 180° per circa 20 minuti. A fine cottura io ho spolverato con altro zucchero.



 Il motivo a spirale delle girelle della ricetta compare in forme diverse in tutta la tomaia di questo decoltè open-toe. Infatti Christian Louboutin ha creato un effetto molto "jungle" riproponendo la lavorazione su ogni calzatura (tacco compreso) in modo differente. In questa movimentata fantasia compaiono anche i colori delle brioche declinate in diverse tonalità di marrone.

14 marzo 2012

Ciambelline al limone



L'aroma del limone conferisce ai dolci un tocco di freschezza che mi piace particolarmente. Oltre ad essere aromatizzati con questo agrume, questi biscottini sono di una semplicità unica sia negli ingredienti (non ci sono uova) che nell'esecuzione. Il risultato è una ciambellina un po'rustica che vi conquisterà al primo morso. Ho trovato (e un po' modificato) la ricetta nel "Libro d'oro dei biscotti".

Ingredienti (per circa 30 ciambelline):
500 gr di farina 00,
150 gr di zucchero,
110 gr di latte,
60 gr di burro,
scorza di un limone,
sale.

Preprazione: 
per prima cosa grattugiate la scorza del limone, avendo cura di evitare la parte bianca. Successivamente mettete tutti gli ingredienti nell'impastatrice o in un normale robot da cucina e azionate finchè non si forma una palla unica d'impasto. 
Con le mani prelevatene una piccola parte e formate un salamino che chiuderete creando delle ciambelline di circa 5 centimetri di diametro. Cospargete di zucchero semolato e cuocete in forno caldo a 180° per circa 20 minuti.


 Un elegantissimo decoltè di Christian Loboutin in abbinamento alla ricetta perchè i preziosi inserti richiamano proprio la forma delle ciambelline. Questa calzatura fa parte della collezione "Torero" che richiama  tessuti e lavorazioni spagnoleggianti. inoltre, anche la tomaia in camoscio evoca sia la consitenza che la tonalità dei biscottini.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...