26 luglio 2011

Crumble alle pesche


Da food-blogger principiante mi è capitato di individuare diverse tipologie di piatti da postare… tre per l’esattezza.
1) Ci sono ricette che riescono molto bene come sapore ma, proprio quando è il momento di fotografarle, ecco comparire (o scomparire) qualcosa che vanifica tutti il nostro impegno e così si materializza una foto alla “comevieneviene” , con grandissimo sconforto nostro!
 2) Ci sono, invece, ricette che non sono poi così gustose come ce le aspettavamo, ma magicamente in foto risultano stupende… In questo caso però decidiamo di non pubblicarle perché, se il lato estetico risulta molto invitante, è pur vero che il nostro “codice etico” ci impedisce di divulgare una ricetta non così buona… e anche in questo caso emerge lo sconforto!
3) Infine c’è l’ultima tipologia: ricette che sono proprio bruttine e nemmeno il programma di fotoritocco più avanzato può soccorrerci, ma gustosissime…. E allora come privare i nostri lettori di cotanta delizia? La pubblichiamo lo stesso, vero?
Ecco, quest’ultimo caso si addice proprio alla ricetta che vi presento oggi. Lo so, quanti crumble avete già provato o letto? Un marea e questo è l’ennesimo… ma a me è piaciuto talmente tanto (non ha nemmeno avuto il tempo di raffreddarsi) che ho deciso di pubblicarlo comunque, nonostante possa essere ripetitivo (anche se con gli amaretti io non l’avevo ancora visto) e un po’ bruttino (povero!)!!!

Ingredienti:
50 gr di burro,
40 gr di amaretti,
40 gr di farina 00,
40 gr di zucchero,
40 gr di mandorle,
2 pesche.

Preparazione:
per l’esecuzione, veramente velocissima, del crumble mi sono avvalsa del mitico Bimby, ma potete utilizzare un qualsiasi robot da cucina. Per prima cosa tritate le mandorle riducendole in farina per qualche secondo a velocità Turbo, aggiungete gli altri ingredienti e azionate a velocità 6 per circa 30 secondi o comunque finché non si forma un impasto “sbricioloso” che riporrete in frigorifero.
Nel frattempo lavate e tagliate a fettine le pesche, adagiatele sul fondo di una pirofila (sarà la stessa in cui lo servirete in tavola) e ricopritele con l’impasto del crumble.
Cuocete in forno caldo a 200° per circa 30 minuti; se c’è bisogno gli ultimi minuti inserite anche la funzione grill.


Un piatto molto semplice, ma delizioso che abbinerei a questo meraviglioso (e un po’ appariscenti) paio di sandali di Dior. In questa calzatura si combinano diversi materiali tutti sulle tonalità dell’arancio (in sintonia con le pesche): le piume, il raso del nastrino alla caviglia, la corda dei laccetti, la paglia del plateau e la pelle dei diversi inserti che le rendono uniche. E’ un po’ quello che accade assaggiando questo crumble: prima si percepisce l’acidulo della pesca, poi si sente lo scorcchiare della crosta in cui si libera la dolcezza degli amaretti e infine l’aroma delle mandorle.


Ne approfitto per ringraziare dei graditssimi premi due amiche
-Stefania, padrona di casa del bel blog e delle sue simpaticissime ricette "Nuvole di farina" :
e Vevi dell'allegro (lo dice anche il nome!) "Food and Smile!"

Siete state gentilissime. Le regole del premio direbbero di girarlo ad altri 10 blog ma, come al solito, quando si tratta di scegliere, mi trovo in difficoltà perchè vorrebbe dire scartare ingiustamente alcuni blog. Quindi ho deciso che, per ricambiare l'affetto dimostrato da voi che passate spesso dal mio blog, lo giro virtualmente a tutti voi che leggete! GRAZIE!

24 commenti:

  1. *Brava Glo!!! hai centrato bene il nostro eterno dubbio da blogger.... vedi la mia ricetta con foto triste di ieri....ma tanto piacevole al gusto!
    *Per il crumble è davvero invitante, le pesche sono un amore con gli amaretti!!!
    *il sandalo: bello ma esageratamente fuori dagli schemi di "ragazza" di campagna quale sono!
    *i premi li ho ricevuti entrambi anche io, quindi ti faccio i complimenti perchè so che tu a maggior ragione te li meriti ancora di più!!!
    *kiss

    RispondiElimina
  2. Il crumble alla pesca è il dolce di questi giorni, la mia Cavia me lo chiede una sera sì e una no ed è talmente buono che finisco sempre col prepararlo!Le mandorle le aggiungo anch'io danno proprio quel tocco in più! Bacini!

    RispondiElimina
  3. Buonissimo il crumble, io quele briciolone le metterei ovunque, questa versione pesche e mandorle mi piace moltissimo! Buona giornata ciao

    RispondiElimina
  4. Lo so, le foto possomo essere un problema, ma già dagli ingredienti si capisce che è ottimo...pesche, amaretti...immagino il profumo! ciao

    RispondiElimina
  5. Il crumble è uno dei miei dolci preferiti, quindi, ben venga ogni tipo di ricetta e variante!!! slurp
    Camy

    RispondiElimina
  6. E' troppo buono il crumble!!!!:))) Con le pesche poi...mmmm non amo molto gli amaretti ma a volte unito ad altri gusti non si sente poi così tanto!!E non è brutto dai povero...:)))
    Hai dimenticato 7 cose di te che nessuno sa (almeno noi blogger!) ;) eee ee ee non privarci di questo dono!!Lo richiede il premio!;)
    Vevi

    RispondiElimina
  7. non è poi così male la foto... anzi e la ricetta deve essere fantastica

    RispondiElimina
  8. Glo ricetta bellissima, la foto rende l'idea dai, non è così malvagia, magari per me è un pò troppo luminosa ma sono io che adoro i colori a tinte moolto forti come quei sandali che avevo visto in negozio e ho indossato subito (però non ho comprato eheheh). Bacionii

    RispondiElimina
  9. Ci piace sempre più il tuo blog!
    Il crumble lo proveremo certamente, il sandalo lo ammiriamo soltanto...

    RispondiElimina
  10. Il crumble in effetti non é molto semplice da presentare, io ho provato con piccole teglie monoporzione, ma gli ospiti si sono lamentati perché non c'era il bis! la tua versione mi piace moltissimo, una vera golosità :) Complimenti per la vincita del contest :) Ciao Liz

    RispondiElimina
  11. Davvero buonissimo.Una versione molto golosa.
    Un abbraccio e buona serata.

    RispondiElimina
  12. Bruttino?!?!? Eh, che stress le foto! Forse l'avrei scattata più dritta ma alla fine è il risultato che conta no? E io questo crumble lo vedo tanto tanto ma tanto buonissimo :D! Quegli amaretti nelle briciole ci stanno divinamente. Un bacione

    RispondiElimina
  13. Che buono! L'ho fatto anch'io lo sai? Mi è venuto molto bene, naturalmente nel mio c'è anche del thè!!! Provalo il mio pane, è facile e poi sono curiosa di vedere a quali scarpe lo abinerai
    Ciao

    RispondiElimina
  14. E si purtroppo quando si ha un blog tutto gira intorno alle foto am avendo una piccola digitale a volte l mie foto nn sono il max ma se una ricetta ci ispira nn c'è foto che tenga e questo crumble mi ispira alla grande!!!Bacioni,imma

    RispondiElimina
  15. Certo che la pubblichiamo lo stesso!!! ci sono tante ricette davvero bruttarelle ma che sono buonissime, il tuo crumble è una meraviglia così dolce e delicato che non è che quando lo mangio sto a guardare l'aspetto estetico eh, eh... ;) un abbraccio :))

    RispondiElimina
  16. @ artù: grazie! mi fa piacere che il "problema" sia condiviso!!! per i sandali guarda che quelle piume potrebbero essere di gallina, quindi perfette per la campagna!!! _)) :))

    @ Ka': allora ormai sei una "crumble-dipendente"!!!! :D

    @ Greta: effettivamente è talemente facile e buono che viene voglia di metterlo ovunque! ;))

    @ Emanuela: il profumo non ha fatto in tempo a diffondersi, lo abbiamo finito prima!!! :))

    @ Le Temps des Cerises: è entrato anche nella mia top-ten!!! :D

    @ Vevi: potresti provare senza amaretti! le cose di me che nessuno sa le avevo messe in un altro post... rischierei di essere ripetitiva...non ho così tanti segreti!!! :))

    @ Memole: concordo! ;)

    @ Elena: provare per credere! ;))

    @ Stefania: :-o e sei riuscita ad uscire dal negoozio?! :))

    @ lerocherhotel: grazie, siete gentilissimi!!! ;;)

    @ La Cuisine de Liz: è vero...è proprio la forma del dolce che non è così bella esteticamente..ma compensa nel gusto! ;)

    @ Fausta: grazie!!! ;)

    @ Federica: eh sì...è parecchio storta!!! ;))

    @ meris: se lo provo DEVO proprio abbinarci qualcosa...quindi ti farò sapere!!! ;))

    RispondiElimina
  17. @ imma: hai ragione...spero di potermi anche attrezzare con una macchina un po' più professionale! ;)

    @ luciana: sì, quando si tratta di mangiare l'aspetto estetico è una sottigliezza!!! :))

    RispondiElimina
  18. .. pensa che il crumble era uno dei dolci che mi stava intrigando in questo periodo, telepatia.. .. :)))

    RispondiElimina
  19. concordo con il tuo codice etico :) Che poi il crumble non è mai una meraviglia, però è buono quindi va bene così :)

    RispondiElimina
  20. mai fatto un crumble di pesche... sarà meglio che mi sbrighi prima che finiscano!

    RispondiElimina
  21. come ti capisco..... le foto,io non riesco mai a farle come vorrei,a causa della luce mai adatta e alla macchina fotografica che non è una delle migliori e a volte faccio 10000 mila foto per poi sceglierne solo una:)complimenti per la tua ricetta che è deliziosa,la combinazione amaretti pesche è perfetta,complimenti!

    RispondiElimina
  22. Ciao,mi sono iscritta al tuo blog perche’ e’ molto interessante,e nel frattempo ti segnalo che sono in finale con una mia ricetta nel contest del blog di Tina http://blog.giallozafferano.it/ricetteditina/ e ti chiedo se cortesemente puoi votarla.Per farlo unisciti al suo blog http://blog.giallozafferano.it/ricetteditina/clikka su VOTA LA TUA RICETTA PREFERITA e vota la mia ricetta che e’
    Un pizzico di ..q.b. : Cheesecake salata
    basta clikkare sul cerchiolino e poi su VOTE.
    A buon rendere!!

    RispondiElimina
  23. @ alcuoco!: una telepatia golosa!!! :))

    @ Monica: diciamo che si sa far perdonare per non essere così bello!!! :))

    @ pips: corri!!! :D

    @ Marco_Barbara: grazie!!! ;)

    @ frogghina: vado a vedere! ;)

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per essere passato...se lascerai un commento mi farà molto piacere! ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...